Lo zen e il manga

Arte contemporanea giapponese (pagina in allestimento)

Venerdi' 22 maggio presso la I Facolta' di Architettura del Politecnico di Torino, all'interno della programmazione didattica del Corso di Museografia ed Allestimento della professoressa Valeria Minucciani verra' presentato il libro "Lo zen e il manga”- Arte contemporanea giapponese di Fabriano Fabbri.

Fabriano Fabbri insegna Storia dell'arte contemporanea presso l'universita' degli Studi di Bologna  e il Polo scientifico-didattico di Rimini. E' autore di Sesso arterock'n'roll volume enigmatico della storiografia contemporanea in cui, passando in rassegna una straordinaria serie di capolavori, l'autore esplora i segreti dell'arte contemporanea, in particolare quelli del readymade e della performance, attraverso i miti del rock: un'avvincente lettura in un inedito gioco di complicità delineando un'indagine sull'arte del '900 davvero unica, finalmente ricca e completa nei suoi riferimenti alla cultura "alta" e "bassa".

Da qui il contatto e l'attivo scambio di esperienze con il corso di museografia ed allestimento della facoltà di architettura : una fusione di percorsi, suggestioni ed evocazioni che interessano principalmente il tema del museo contemporaneo.

Nella presentazione del nuovo volume dello storico "Lo zen e il manga – arte contemporanea giapponese" si esploreranno le due anime dell'arte contemporanea: la concretezza corporea e l'immaginazione fumettistica

Da una parte gli happening e le performance, dall'altra il grande successo del Neopop.

In una suggestiva rete di rimandi tra cinema, musica e video, l'autore affronterà in modo innovativo le figure e le tendenze dell'arte nipponica, concludendo il suo percorso con una panoramica sugli artisti della nuova generazione, grazie ai quali le due anime dello zen e del manga si ibridano in clamorosi effetti speciali, tra le nuove spinte del Biopop e le sbalorditive illustrazioni dell'Afro Samurai.

Spunti per un dibattito aperto ad ogni doverosa contaminazione: per indagare nella complessità e nel dinamismo della cultura.

Scarica l'invito dell'evento